Official NDT supplier for the Volvo Ocean Race fleet Save the Children Italia OnlusHelly Hansen

QI Composites e Vetorix insieme per il futuro dell’ NDI

Vetorix Engineering – QI Composites: insieme per il futuro degli NDI

 

Il giorno 26 Ottobre 2018 è stata perfezionata la partnership tra Vetorix Engineering s.r.l. e QI Composites s.r.l. tramite l’acquisizione da parte della holding di proprietà della Fam. Limena (già proprietaria di Vetorix Engineering s.r.l.) del 100% delle quote di QI Composites s.r.l., creando un polo di riferimento “unico” per il servizio di Controllo non Distruttivo e diagnostica strutturale su strutture in materiale composito.

La ventennale esperienza di QI Composites nel settore della nautica arricchisce e completa le competenze multidisciplinari di Vetorix Engineering negli altri settori di riferimento (Automotive – Racing – Aeronautics – General Industry) per il mercato dei materiali compositi strutturali. Prende forma un player che già si distingue per competenza, esperienza, presenza trasversale in vari settori e una copertura geografica mondiale.

Da più di vent’anni anni entrambe le aziende offrono il servizio NDI ai massimi livelli imponendo un elevatissimo standard di Qualità e professionalità collaborando proattivamente con le più importanti aziende produttrici e utilizzatrici di strutture in materiale composito nei rispettivi settori. Questo percorso parallelo di crescita e consolidamento è finalmente confluito in un unico grande Progetto che garantirà al mercato un’offerta senza precedenti e un mix di know-how ed innovazione tecnologica di prim’ordine.

Ne danno l’annuncio S. Beltrando – AD di QI Composites – e L. Limena – Amm.re Unico di Vetorix Engineering.

 

Stefano Beltrando – AD di QI Composites s.r.l.:

“QI Composites è nata nel 1999, quando il mondo della nautica viveva più di passione che di scienza. Introdurre un nuovo approccio alla valutazione dei materiali e dei metodi costruttivi non è sempre stato facile, ma grazie a un mercato in forte crescita e a clienti e collaboratori lungimiranti siamo stati tra i fautori di una svolta di cui oggi vediamo i risultati. La qualità media delle costruzioni odierne è ampiamente superiore a quella di vent’anni fa, sebbene i materiali siano circa gli stessi; a trarne beneficio sono stati i costruttori ma soprattutto gli utenti finali. Nel corso dei vent’anni trascorsi, siamo riusciti a lavorare ai più alti livelli mondiali in tutti i settori ai quali abbiamo dedicato attenzione, a partire dal nautico per passare all’automobilistico e all’eolico. Tutto questo è stato possibile per la curiosità e il desiderio di spingersi sempre oltre, investendo in strumentazione, formazione e soprattutto in collaboratori che condividono le stesse ambizioni.

Il futuro e le sue esigenze si presentano chiari ma non per questo semplici da affrontare; per essere in grado di rispondere sempre e a tutte le richieste oggi è necessario fare un passo ulteriore: unire il know how di più aree senza replicare quello che altri hanno già risolto, per non rimanere mai un passo in dietro e per essere certi di fornire sempre le risposte e le soluzioni più corrette al passo coi tempi. Dopo vent’anni di cammino da soli, l’unica via da percorrere per poter continuare a tracciare il percorso su scala mondiale per gli anni a venire è di fondere il nostro know how con quello di Vetorix Engineering s.r.l. leader nel proprio settore e complementare alla nostra visione.

 

Luca Limena – Amm.re Unico di Vetorix Engineering s.r.l.:

“Un ulteriore step di grande valore aggiunto, dove i primi beneficiari saranno i nostri clienti attuali e futuri. Un’offerta sempre più completa ed innovativa determinerà un’ulteriore crescita per entrambe le società. Per quanto riguarda VTX le previsioni di crescita rispetto al BP 2016-2019 sono state letteralmente bruciate e negli ultimi 2 esercizi il fatturato è cresciuto rispettivamente del 24,4%(2016) e del 61,3% (2017), per il 2018 ci si attende un ulteriore incremento di circa 15%. E’ da considerare inoltre un ammontare totale di investimenti che supera il milione di euro negli ultimi 15 mesi destinati  alla creazione del nuovo bunker per la Tomografia Assiale Computerizzata (CT) di circa 100mq, una radicale ristrutturazione della ns sede di Marcon (con la creazione di un nuovo Laboratorio), la progettazione e realizzazione ex-novo di ben due sistemi CT del tutto innovativi (che verranno presto lanciati sul mercato) e che portano a tre il conteggio totale delle CT disponibili per i servizi di scansione, ed infine questa operazione strategica di crescita per linee esterne attraverso una grande azienda quale è QI Composites. Voglio ringraziare per primi tutti i miei collaboratori che con determinazione, professionalità e tanto sacrificio garantiscono ogni giorno la qualità del ns servizio, un grazie ai ns Clienti e a tutti i ns partner che sono la motivazione indispensabile per darci tutti i giorni un obiettivo di miglioramento continuo. Ovviamente un grazie a Stefano per la professionalità e la trasparenza con cui ha gestito tutta l’operazione, e per l’impegno e la determinazione che sta già profondendo in questa nuova sfida nel confermato ruolo di Amministratore di QI Composites, sono certo che sarà di esempio per tutti.

Infine un grazie allo Studio Legale Avv.ti Brugnolo e Panin, Studio Tosetto Weigmann e Associati e al Dr. Rizzardo per il prezioso supporto Tecnico/Legale lungo tutto l’iter di perfezionamento dell’operazione”.

Pubblicato in news QIcomposites, Rassegna Stampa
<< indietro
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.